Dopo essere stato esposto nella mostra La Bella Italia e dopo essere stato restaurato e sottoposto a  tac al Centro Conservazione e Restauro di Venaria, domani, presso il Museo Accorsi – Ometto, il doppio corpo del Palazzo del Quirinale si riunirà con il suo gemello custodito nelle sale del Museo torinese.

Per la prima volta saranno quindi riuniti i due sommi capolavori di Pietro Piffetti, il maggior ebanista europeo del Settecento.

Si tratta di un’ occasione unica a livello mondiale per poter ammirare insieme i due mobili che sono stati progettati  con la medesima visione con cui un architetto disegna un edificio o un pittore un ciclo di affreschi: il risultato, eccezionale, dimostra la fusione, possibile, tra completa padronanza della tecnica e gusto per il virtuosismo più eclettico.

L’opera resterà esposta sino al 20 ottobre. Orari: martedì – domenica 10-13/14-18

Info utili

Pietro Piffetti nacque a Torino il 17 agosto 1701 da una famiglia di origini modestissime. Colto e religioso, dai molteplici interessi, fu eccezionale conoscitore della pittura e dell’incisione italiana, francese e fiamminga. A partire dal 1731, divenne “ebanista del re”, carica che conservò fino alla sua morte avvenuta a Torino il 20 maggio 1777.

Artista dal virtuosismo stupefacente, realizzò mobili meravigliosi custoditi per la maggior parte nelle residenze sabaude e al Quirinale. Fra tutti spiccano i due  meravigliosi “doppi corpi”  conservati al Palazzo del Quirinale  in Roma e alla Fondazione  Accorsi – Ometto di Torino; quest’ultimo è  firmato e datato 1738. I due doppi corpi, coperti entrambi da  sorprendenti apparati decorativi  iconografici collegati  rispettivamente all’esaltazione delle virtù e alla celebrazione di un matrimonio e del tema dell’amore, sono stati  entrambi recentemente restaurati e studiati  presso il Centro Restauro della Reggia di Venaria (Torino) con una indagine che  ha evidenziando le eccezionali doti di progettista e design di Piffetti.

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...