E così è iniziata l’undicesima stagione di “Distretto di polizia”.  Un distretto che ormai, eccezion fatta per l’immarcescibile Marzocca, non conta più nessun componente della gloriosa squadra che più di dieci anni fa modificò la fiction italiana dimostrando che anche a Cinecittà si era in grado di creare polizieschi avvincenti, accattivanti e di successo.

Diciamolo subito, a scanso di equivoci: il X Tuscolano non esiste più. E da un bel po’.  Se ne sono accorti tutti, anche i più fanatici, quelli che, per intenderci, aspettavano con ansia l’appuntamento settimanale per vedere se il commissario interpretato da Isabella Ferrari avrebbe saputo tradurre quei lunghi silenzi e quei fuggitivi sguardi del sottoposto Lorenzo Flaherty, approfondire il legame che univa Tirabassi a Memphis, assistere ai primi passi (ed errori) del giovanissimo poliziotto incarnato da Simone Corrente… E, forse ancor più grave, se ne sono accorti anche gli attori che, ad eccezione del suddetto Marzocca, hanno tutti via via mollato la presa sfruttando escamotage da copione come trasferimenti, sparizioni, morti vere o presunte.

In oltre due lustri ne è passata di acqua sotto i ponti: la Ferrari ha lasciato il posto alla Pandolfi che lo ha lasciato a Dapporto che lo ha lasciato a Tirabassi che lo ha lasciato a Corrente, in una staffetta senza soluzione di continuità che ha segnato un progressivo calo se non nelle intenzioni Mediaset di fidelizzare il pubblico certamente nell’attenzione dello stesso che pian piano si è allontanato da quel commissariato di cui riconosceva solo più le pareti e la macchinetta del caffé.

Di conseguenza, non sorprendono i dati degli ascolti di ieri sera: appena 3.175 mln di spettatori, circa 1 milione meno di Rai Uno (Il generale della Rovere, con Favino) e poche migliaia in più di NCIS sul Due e Presa Diretta sul Tre.

L’episodio di ieri, prima di tredici serate, si intitolava “Destini incrociati” ed era pensato apposta per introdurre i nuovi personaggi destinati a portare avanti il nome del X Tuscolano. Il riferimento è soprattutto al tenebroso eonardo Brandi (Andrea Renzi), il nuovo commissario cui spetta il difficile compito di sostituire il “morituro” Luca Benvenuto (il cui interprete, Simone Corrente, al Tuscolano è cresciuto davvero, sia come persona sia come attore), ma anche ai comprimari tratteggiati dai caratteristi Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi, chiamati a “rifare” a modo loro i battibecchi di Vittoria ed Ingargiola…

Gran cast, non c’è che dire. C’è pure il volto spigoloso e cinematografico di una outsider come Valentina Cervi, per non parlare dei sempre bravi Ninni Bruschetta e Dino Abbrescia.

Ma non basta: il meccanismo ormai è farraginoso, le trame ripetitive, gli sviluppi prevedibili. Al X Tuscolano non si può chiedere il miracolo di rendere bella una serie solo per il fatto di esservi ambientata.

Ardenzi, Belli, Parmesan non ci sono più e ora che sparisce anche Benvenuto che senso ha continuare a voler sfruttare un filone di cui è rimasto solo il titolo? Un po’ come pretendere di fare un’ottima pizza margherita con ingredienti avariati: il nome sarà pure quello ma il gusto, beh…

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). In tv è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...