Ore 21.55: primo colpo di scena in “Viso d’angelo”. Ricordate la nonnina il cui nipote autistico si tagliò le mani tirando come un forsennato pugni alla sua finestra? Ebbene, incurante di ogni banale norma di sicurezza, la vecchina si reca nella casa di fronte al suo appartamento, accede all’abitazione della vicina – una dottoressa che 3 mesi prima aveva accennato l’intenzione di partire per una missione umanitaria – scorge macchie di sangue per terra e segni di colluttazione, sale un piano di scale e, fiutando un puzzo infernale, entra nella camera da letto della proprietaria trovandola mummificata sul letto. La polizia, accorsa sul posto, scopre due cose: prima, la dottoressa aveva lavorato presso il “Santa Teresa” (aridaje!); seconda, in una foto, l’ormai defunta padrona di casa è ritratta con una bionda il cui volto appare cancellato…

Il telespettatore scopre subito che la signora misteriosa è in realtà Miriam (Eva Grimaldi), moglie di un sindaco di un non meglio specificato comune il quale riesce a insabbiare l’amicizia tra le due donne grazie ad un piacere di troppo fatto dal capo di Parisi, aspirante prefetto.

Nel frattempo: il killer trova e crocifigge la drogata che aveva recuperato uno dei suoi rosari; Angela parla con il bambino autistico che le dà una macchinina indicandole un numero di targa che si rivela quello della R4 rosso fiamma su cui sfreccia il prete nero del “Teresa d’Avila”; la collega ninfomane di Parisi è una pazza furiosa; Gloria, uccisa dal maniaco omicida, esala l’ultimo respiro confessando al povero Parisi che la moglie defunta era in attesa di un figlio.

Nel corso di questa seconda puntata, si confermano tristemente le sensazioni della prima. La qualità registica ed interpretativa non è la caratteristica principale di questa fiction tv: il regista scimmiotta troppo la cifra stilistica del Dario Argento anni Settanta (con l’aggravante di farlo con 40 anni di ritardo!) e dal punto di vista recitativo va riconosciuto a Garko il merito di essere uno dei migliori in campo, il che è tutto dire.

P.S. Il killer seriale non è solo un assassino, ma anche un pirata della strada: guida indossando una maschera che gli copre interamente il volto e gran parte degli occhi ed in più compone sms sul suo cellulare! Magari prima della quarta puntata sarà fermato dalla polizia municipale… 😉

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...