Preceduta da “Lapiùgrandeanteprimadopoilweekend” – una clip girata da Fiore in edicola, dove è proposta una rapida rassegna stampa di Libero, Il Giornale, Il Fatto Quotidiano, Il Corriere della Sera, L’Unità, Il Messaggero, La Repubblica, Il Tempo – ha inizio alle ore 21.30 la prima puntata de “Ilpiùgrandespettacolodopoilweekend”.

L’inizio è una fine: è riproposto, infatti, l’arrivederci con cui Fiorello salutò, salendo su un taxi, il pubblico di Rai Uno di “Stasera pago io”. Il viaggio deve essere durato molto, sette anni per l’esattezza, visto che ora l’attore siciliano arriva a bordo dello stesso veicolo nell’immenso e strabordante studio 5 di Cinecittà. Ovazione del pubblico, accompagnata dalle note dell’orchestra di 50 elementi e… “Amici, telespettatori di Rai Uno… allegria!”

Lo spettacolo inizia subito con il riferimento alle dimissioni di Berlusconi: “Ad Arcore ci sono le bandane a mezz’asta! Tutti i comunisti hanno festeggiato: Fassino ha pure cenato! Ma c’erano pure quelli tristi: Bondi piangeva e declamava poesie, la Santanché piangeva… è passata dalla plastica all’umido in un batter d’occhio!”.

Quindi lo showman si rivolge a Michelle Hunziker, seduta in platea. Gli serve “una persona neutrale, svizzera, che sappia il tedesco” per rivolgersi alla Merkel: “Signora Merkel, stia tranquilla che quello che faceva tanto ridere lei ed il nano capoccione francese non c’è più” ed aggiunge “Secondo me, lei ha un culetto piccolo così”.

Alle 21.40 la dedica a Mike Buongiorno, già evocato dall’appello “Allegria!”, è ufficiale: “Mike, questo spettacolo è per te!”

Segue esecuzione di “Tu vuo’ fa’ l’americano” mixata con “Englishman in New York” che, per l’occasione, diviene “A sicilian in New York”. Omaggio alle 500 originali, tutte gialle, e diversi Fiorello sul palco, come accadde già con Baudo alcuni anni fa.

Appare Marco Baldini, in collegamento da “Radio TDM”: “Molti si chiedono se farai i personaggi che facciamo in radio”. Fiorello nega l’eventualità per poi regalare un po’ del suo popolare Signor Su. Alle 21.49 è il turno del primo blocco pubblicitario.

In stile Frank Sinatra, Fiorello riprende la linea intonando “Night & Day” ed introducendo Giorgia (“la più brava e secca di tutte”) che si inserisce nel brano con le parole ed i suoni di un recente successo di Carol Emerald. È l’occasione per un divertente dialogo sui neonati, pretesto per far eseguire alla cantante una ninna nanna (“ma sei un Lexotan! Un Tavor!”) e cantare insieme “Ci son due coccodrilli”.

Ecco quindi il primo monologo: è sui figli adolescenti, persi tra cellulari ed egocentrismo, ed i bei tempi andati, quelli dei brani lenti che agevolavano la conoscenza con il gentil sesso. Alle 22.18, scatta l’omaggio – si fa per dire – a Julio Iglesias che Fiore imita alla perfezione per poi tuffarsi nella parodia del twilightiano Edward ed eseguire “Pensami” in salsa lirica.

Stacco pubblicitario e rientro in studio alle 22.30. Fiorello è tra il pubblico, vicino a Marco Borriello, “il più bel calciatore dopo il week-end”. Ma il vero campione deve ancora entrare: è il tennista Nola Djokovic il quale si presta a giocare un set di tennis con le padelle!

“Il Mondo”, successo di Jimmy Fontana, consente a Giuliano Sangiorgi dei Negramaro di “storpiare” un classico, come già fatto in passato con “Meraviglioso” di Modugno.

Dopo l’ennesimo stacco pubblicitario, è la volta di un cavallo di battaglia: “Carlà Brunì” la quale ha appena “scodellé” una bimba. La scenetta, già nota su YouTube, dà il via ad una ninna nanna sui generis.

Tornano sul palco i vari cloni di Fiorello: è il momdento del balletto surreale di Ezralow.

Ore 23.15: monologo sui modelli e le indossatrici ed ingresso di Eva Riccobono, compagna di avventure al primo “Stasera pago io”.

Alle 23.28, dopo un’incursione di Alessio Boni (e annessa citazione di Walter Chiari), Fiorello ironizza simpaticamente sull’addio di Stefano d’Orazio ai Pooh, “gruppo rockissimo al cui confronto Marilyn Manson è… Floris!”.

È il momento di Giorgia e di “È l’amore che conta”. Quindi, Fiorello intona “Come saprei, mangiare io, nessuno saprebbe mai…”

Alle 23.50 è l’ora della parodia di “X Factor”: Baldini è Ariso, Fiorello Morgano. Sono chiamati a giudicare Sangiorgi… “Come ti chiami?”, “Giuliano”, “Con questo nome non vai da nessuna parte!”, “Ho un gruppo…  si chiama Negramaro”, “Cosa? Ah ah…non ci arrivi. Cosa canti?”, “Qualcosa che ho scritto”, “Ah… scrivi? No, non ci arrivi. La tua emozione è partita da lì e arrivata fin qui e si è fermata. Non passa a scalfire il genio che è in me! Uè, Tavernello, per me è no!”. È il siparietto più grazioso ed ironico della serata. Questo “Morgan” è da urlo e i complimenti vanno anche a Sangiorgi che si presta alla scenetta.

La puntata termina con l’Inno di Mameli versione rap e l’esibizione di Giorgia che canta “Se telefonando”.

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...