Niente paura: il riferimento alla Storia e alla vera congiura dei Pazzi ai danni della famiglia De’ Medici è solo un divertissement della giornalista che scrive queste poche righe. In realtà la congiura a cui ci riferiamo qui è infatti molto più prosaica, terra terra e, si spera, senza spargimenti di sangue (cosa che invece accadde nel 1478 quando Giuliano fu ucciso e Lorenzo il Magnifico ferito).

I pazzi che tramano nell’ombra sono infatti i protagonisti di “Tutti pazzi per amore 3” e le vittime designate quelli di “Baciati dall’amore”. Rai Uno contro Canale 5, insomma, in una lotta all’ultimo spettatore.

Ma procediamo con ordine: ormai giunta alla quarta puntata, la fiction di Rai Uno raddoppia i suoi appuntamenti settimanali. Non più solo la domenica sera, ma anche il martedì. Il perché è presto detto: di martedì va in onda la fiction “Baciati dall’amore” che non è solo l’ultima interpretazione del defunto Pietro Taricone ma anche un onesto prodotto di intrattenimento che riporta in tv attori come Marisa Laurito e Lello Arena e che settimana scorsa, al debutto, ha catturato oltre 4milioni di telespettatori nonostante la concorrenza spietata della partita Italia-Uruguay.

TPPA3 e BDA, per quanto similari, sono diversi tra loro. “Tutti pazzi per amore” rivela, alla terza stagione, inesorabili segni di cedimento che, ovviamente, “Baciati dall’amore” non presenta. Anzi, la fiction con Giampaolo Morelli, Gaia Bermani Amaral e Flavio Montrucchio vanta una storiella fresca e leggera non priva di spunti originali (si pensi al protagonista, un giovane marito piantato con 5 figli, di cui uno nero, dalla moglie fedifraga che era uscita “per comprare le sigarette”).

Questa sera, telecomando in mano, gli spettatori decreteranno la vittoria di uno sull’altro. Nonostante sia prevedibile un successo maggiore per il programma Rai, non si può negare che di questa terza stagione si poteva fare a meno. Rispetto alla prima serie, non c’è confronto!

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...