Troppo tardi per scrivere bene, ma due o tre impressioni a caldo è il caso di buttarle giù comunque.

Primo, la 29^ edizione di quello che fu il Cinema Giovani è irriconoscibile rispetto alle passate: davanti al Regio, verso le 19.00, c’è la folla delle grandi occasioni. Polizia, auto blu, molta fuffa e poca sostanza, decine di fotografi a caccia di scatti e decine di personalità a caccia di fotografi. Davanti agli occhi passano, in ordine sparso: Valeria Solarino, Luciana Littizzetto, Lorenzo Ventavoli, Michele Coppola, Valeria Golino,… Nonostante la serata dovesse iniziare verso le 20, tutto slitta per consentire l’arrivo in pompa magna dell’attesissima Penelope Cruz. Di nero vestita, concede solo verso le 20.45 al pubblico (ormai in procinto di protestare) la speranza di poter vedere iniziata la serata.

Laura Morante, madrina ufficiale della kermesse, fa gli onori di casa. Dichiara il suo amore per Torino, per il Regio, per il festival. Amelio, che la raggiunge sul palco, afferma di essere “imbranato”. Però se la cava benissimo: saluta molte autorità, ringrazia le maestranze in sala e accenna anche alle presenze annunciate e non pervenute: Soldini, Mastandrea e… Kaurismaki. Già. Proprio il regista finlandese che avrebbe dovuto ricevere il Gran Premio Torino non si presenta. Al suo posto 6′ di un montaggio delle sue pellicole. Le voci ufficiali riferiscono che l’autore di “Miracolo a Le Havre” abbia disdegnato il cerimoniale, quelle ufficiose che non si sentisse troppo bene causa “spirito”.

Quel che è certo è che il red carpet non è disdegnato dalla famiglia Castellitto. Impegnata a Torino nelle riprese dell’ultimo film della premiata ditta “Castellitto, Mazzantini & Co”, è presente al completo: papà Sergio, mamma Margaret e figlio per il quale, ovviamente, è previsto un futuro nel cinema (il campo del papà), nella letteratura (il campo della mamma) o in qualsiasi cosa abbia voglia di fare.

Dopo le cerimonie di rito, inizia il film. “Moneyball” non fa presa sul pubblico: troppo tecnico. Non si respira il pathos di certe pellicole sul baseball che comunque riuscivano ad emozionare anche una platea costituita da non addetti ai lavori e non americani. Qui non c’è Kevin Costner, dietro e davanti la macchina da presa. No, davanti c’è Brad Pitt che tende sempre più a somigliare a Robert Redford, dietro c’è Bennett Miller ed il suo sguardo volutamente asettico ed impersonale.

Morale della favola: più pompa magna e meno cuore in questo inizio di Festival. Come ha detto Amelio, il TFF inizia domani, quindi confidiamo in giorni migliori!

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...