La seconda puntata de “I cerchi nell’acqua” inizia in obitorio, sul tavolo delle autopsie allestito per ospitare il cadavere di Alessia (Parolina Reciugaite).

Dall’esame dell’anatomopatologo si evince che la bella nipote di Davide Freccero (Alessio Boni), la cui dipartita aveva funestato la fine del primo episodio della miniserie diretta da Umberto Martino, è morta affogata senza aver prima subito alcuna violenza sessuale: il cadavere manifesta solo alcune escoriazioni e tracce di epidermide sotto le unghie di una mano.

Secondo Davide l’omicidio potrebbe essere opera di un uomo maturo, visto che la giovane era attratta dagli over-40 e che aveva abbandonato la festa patronale per raggiungere un amante la cui identità era segreta pure alla sua migliore amica Elena, figlia di Bianca (Vanessa Incontrada). Non è dello stesso parere la psichiatra amica d’infanzia di Davide e della defunta Ginevra: per lei, il modus operandi dell’omicida è da ascrivere ad un giovane, magari respinto dalla fanciulla amante delle feste e dei soldi facili.

Giovane o maturo che sia, poco importa a Davide: l’imperativo è trovarlo! E così il celebre documentarista posticipa la data della sua partenza e, esaminando il video girato dal nipotino e le foto scattate da un amico fotografo durante le celebrazioni in onore di San Sebastiano, scopre che Alessia aveva abbandonato la festa alle 23.38, seguita a ruota dal giovane Ivan. Ed è su Ivan – il cui curriculum e la cui condotta non sono proprio limpidi – che si concentrano i primi sospetti di Davide, della polizia e di Francesco: quest’ultimo, fratello del protagonista, decide addirittura di farsi giustizia da solo. Per vendicare la morte della figlia,  requisisce il ragazzo, lo lega ad una sedia, lo picchia e, armato di accetta, lo ucciderebbe se non fosse per il pronto intervento di Davide e del padre di Ivan il quale, a sorpresa, sotterra la proverbiale ascia di guerra e diviene alleato di Davide.

Nel frattempo la piccola medium Alice continua imperterrita ad avere visioni sulla defunta Ginevra il cui fantasma ora si aggira nei dintorni del lago in dolce compagnia: c’è una catena invisibile (oddio, proprio invisibile non direi!) che lega la sua scomparsa a quella, avvenuta venti anni dopo, di Alessia. E la bimba non solo la vede, ma ne informa immediatamente il papà, ispettore di polizia incaricato delle indagini. Quest’ultimo, tra un interrogatorio ed un’animata discussione con Davide (passerà da un professionale monito, “Non conduca indagini parallele”, ad un iroso “Si faccia i fatti suoi!”), scopre la tresca tra il marito di Bianca ed Alessia. Peccato che nel frattempo Bianca scopra la tresca del marito (sì, sempre lui!) con la moglie dell’ispettore! Insomma, per la serie “il triangolo no” (sottinteso, meglio il quadrilatero), Bianca – complice un sogno premonitore – decide di lasciare il marito ed avvicinarsi a Davide… carnalmente.

L’episodio si chiude con l’arresto del marito di Bianca: ben gli sta!

Ma sarà davvero lui il colpevole? Difficile… ci sono ancora due puntate che, per la cronaca, andranno in onda martedì e mercoledì prossimo. Le cartucce saranno sparate in fretta, visto che anche ieri sera l’episodio non ha registrato grandi ascolti: si è dovuto accontentare di appena 3.066.000 di telespettatori, share del 12,19%. “Che Dio ci aiuti” ne registra il doppio: fate un po’ voi!

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...