Nel vuoto pneumatico che la televisione propone per il giorno di Natale 2011 – eccezione fatta, si intende, per i vari appuntamenti religiosi e per le repliche dei film Disney – fa notizia che Rai Tre proponga alle 21.10 “L’ultima legione”, film 2007 tratto da uno dei romanzi di Valerio Massimo Manfredi.

Vi si narra della fine dell’Impero Romano… Siamo intorno a quel famoso 476 d.C. che è data infausta per ogni studente medio costretto a memorizzarla insieme al 1492 per avere chiari i confini del Medioevo. L’importanza cruciale del 476 sta tutta nel fatto che è la data in cui il barbaro Odoacre, generale dei Goti, invade una Roma non più “caput Mundi”, prende il potere spodestando il piccolo (in tutti i sensi!) ultimo imperatore Romolo Augusto e confinandolo in quel di Capri. Il poverino (si fa per dire… Capri!!!) si ritrova così con il suo precettore Ambrosino in esilio, dorato sì, ma pur sempre esilio. Per fortuna che c’è Aureliano, o Aurelio che dir si voglia, il quale da buon legionario decide di aiutare l’erede di Cesare portandolo in Britannia in modo che lì possa dare inizio ad una nuova stirpe…

Come tutte le trasposizione cinematografiche da un testo letterario, “L’ultima legione” ha il vantaggio di uno script di partenza famoso. Peccato che, tra battaglie e schermaglie, l’ottimo cast sembri davvero sprecato in un film che pare destinato a divertire solo i più giovani. Colin Firth, Ben Kingsley e la bollywoodiana Aiswarya Rai sembrano prender parte a “Il signore degli anelli”, “Excalibur”, “I Goonies”,… tante sono le pellicole richiamate nelle varie sequenze.

Il finale, che alcuni ritengono a sorpresa, a chi scrive è parso ovvio e scontato sin dall’inizio. Peccato.

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). In tv è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...