Non fuma ma si droga applicando più cerotti alla nicotina sulle sue bianche braccia, non indaga per guadagnare ma solo per eccitarsi al cospetto degli abissi che può raggiungere la mente umana, non è gay ma non ama eccessivamente neanche le donne perché “non è portato per quelle cose lì”.

Lo Sherlock Holmes targato BBC è così, prendere o lasciare.

Dimenticate dunque sia il dinoccolato detective munito di pipa tanto caro alla filmografia classica sia l’autoironico ed atletico investigatore proposto dalle due pellicole firmate da Guy Ritchie (la seconda delle quali, attualmente nelle sale, sta sfracellando qualsiasi record al botteghino risultando il blockbuster di questo Natale 2011): la fiction “made in UK” si prende, infatti, più di qualche licenza poetica rispetto all’originale cartaceo e all’immaginario collettivo.

Fatto sta che, se si è disposti a divertirsi e a non prendersi troppo sul serio, lo Sherlock interpretato da Benedict Cumberbatch, inglese classe 1976, può risultare un “divertissement” piacevole e interessante.

Chi avesse perso “Uno studio in rosa”, il primo dei tre film finora realizzati (altri sono in produzione per il 2012), può rifarsi questa sera con il secondo. L’appuntamento è alle 21.10 su Italia 1: in “Il banchiere cieco” Sherlock e Watson saranno incaricati di indagare sull’effrazione commessa nella sede centrale di una prestigiosa banca. Ad attirare l’attenzione di Sherlock, però, saranno i graffiti con cui l’intruso ha palesato la sua presenza: a colpi di vernice, il misterioso individuo ha tracciato strani simboli sia sulla parete sia su un quadro…

Inutile dire che al sopralluogo nella banca ne seguiranno molti altri nei più disparati luoghi della capitale britannica con cadaveri annessi e non solo: tra un omicidio e l’altro, il timido Watson troverà pure il tempo di innamorarsi.

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). In tv è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

»

  1. quandolibuttivia ha detto:

    La prima delle 3 puntate è la migliore. Le altre due sono un po’ sottotono…

  2. dael72 ha detto:

    A me è piaciuta anche la seconda… Certo, rispetto alla prima, non può più vantare l’effetto sorpresa dovuto alle novità della riedizione anni ’10 del XXI secolo! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...