Un titolo che è una citazione musicale – da “Emozioni” di Mogol & Battisti – ed una trama che inizia come una qualsiasi pellicola sulla stragi del sabato sera non devono trarre in inganno lo spettatore: “A fari spenti nella notte” non è un film destinato a far riflettere sulla guida sicura o sulla gioventù bruciata da droga e alcool quanto piuttosto un thriller psicologico in salsa “Made in Italy”.

L’incidente che capita a Stefano (Guido “Commissario Manara” Caprino) è infatti solo lo spunto di una vicenda a tinte fosche nella quale la caduta in moto ad alta velocità costituisce il mero pretesto per motivare l’amnesia che colpisce il protagonista. Costui, finito in un letto d’ospedale, non ricorda più nulla del suo passato e non riconosce né il volto della madre né quello della moglie (Francesca Inaudi che, dopo il rosa shocking di “Tutti pazzi per amore”, sfoggia una capigliatura biondo platino). L’unica persona per cui avverte un indefinibile ed apparentemente immotivato trasporto è la neurologa che se ne prende cura: in effetti Chiara (Anita Caprioli, anch’ella reduce da “Tutti pazzi per amore 3”) non è una sconosciuta e, nonostante l’uomo non la rammenti a livello conscio, evidentemente il suo corpo è memore della passione che ha coinvolto entrambi la fine settimana precedente all’incidente…

Chiara quel week-end di fuoco e fiamme se lo ricorda molto bene, purtroppo: ne ricorda l’alchimia, l’attrazione reciproca e, soprattutto, le implicite promesse che fanno a botte con la scoperta dell’esistenza di una moglie di cui non sapeva nulla e con il messaggio che Stefano le aveva lasciato sulla segreteria telefonica del cellulare…

Ispirato al romanzo “Mio figlio non sa leggere” di Ugo Pirro, il film tratta anche la tematica della dislessia, un disturbo specifico dell’apprendimento che interessò Stefano in giovane età e che ora sembra bloccarne il processo di guarigione.

Prodotto da Rai Fiction e realizzato da Ocean Productions, “A fari spenti nella notte” è sceneggiato da Giovanna Koch e Fabrizia Midulla con la collaborazione di Umberto Mattone e Alessandra Murri. Diretto da Anna Negri il film sarà trasmesso questa sera alle 21.30 circa su Rai Uno.

P.S. Aggiornamento del giorno dopo: l’auditel ha registrato 4.900.000 telespettatori, pari al 17% circa di share.

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Una risposta »

  1. masticone ha detto:

    non mi hai convinto..:(

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...