foto di Claudia Cardinale scattata da Danila Elisa Morelli al MNC il 7giugno2012“Io non volevo fare il cinema, volevo fare l’esploratrice! E forse è per questo che lavoro ancora… perché mi sono rifiutata a lungo, come bisogna fare con gli uomini: se ci stai subito, non funziona!”

A confessarsi spiegando il perché di un successo che dura da oltre cinquant’anni è Claudia Cardinale, un’attrice il cui fascino è rimasto intatto nonostante il passare del tempo: “Sono contro il lifting. Uno deve accettare il tempo che passa. Tutto ciò che conta è l’emozione che trasmetti davanti allo schermo. Aò, c’ho 74 anni io!”

E c’avrà pure 74 anni, ma appena entra nel Museo Nazionale del Cinema di Torino è ressa: di fotografi, di giornalisti, di fan e semplici curiosi di ogni età ed estrazione sociale. Lei, la diva più naturale e schietta della sua generazione (con Virna Lisi), non fa una piega: sorride ai flash e, senza alcun timore del confronto, posa accanto alla gigantografia che la ritrae da giovane e che costituisce l’emblema della mostra “Fuori dal set – Fotografie di Chiara Samugheo per il cinema”.

“Ho conosciuto Chiara nel ’57, appena arrivata in Italia come vincitrice del premio di più bella italiana in Tunisia. Mi offrirono un viaggio di due giorni a Venezia. In spiaggia indossavo il bikini quando in Italia nessuno lo usava: tutti iniziarono a propormi di far cinema ed io rifiutavo. Finii addirittura su un giornale per questo!”

E poi?

“E poi, date le insistenze anche a mezzo telegramma, mio padre accettò che provassi. Iniziai con Monicelli ne I Soliti ignoti – si ferma, un velo di emozione negli occhi – Che brutta fine ha fatto… ma lo capisco”.

Vero che non ha mai usato controfigure?

“Adoro il pericolo: ho sempre voluto provare che la donna è più forte dell’uomo!”

Che ricordo ha di due attori con cui ha lavorato, David Niven e Alain Delon?

“David mi disse una cosa carinissima: Con gli spaghetti, sei la migliore invenzione degli italiani! Alain, beh… Alain è un amico. Ci vediamo, ci sentiamo. Recentemente ero a Cannes e guardando la tv ho visto che trasmettevano “Il gattopardo”. L’’ho chiamato per chiedergli se lo stava vedendo e lui mi ha risposto: “sì sì lo sto vedendo””

La invidio sa, adoro Delon…

“Quando facevamo Il Gattopardo tutte lo volevano. Una volta mi ha detto: potevamo avere una storia noi due ed invece siamo diventati una magnifica coppia”

E di Visconti che ricordo ha?

“Ho realizzato tanti film con Luchino. Lo considero il mio maestro, con Fellini!”

In tempi di crisi, non pensa alla pensione?

“Lavoro sempre. Ho appena fatto 5 film, ne ho 4 in previsione con registi emergenti. Mi piace lavorare con i giovani: il mio impegno è aiutare i nuovi, non si fa mai abbastanza”.

La mostra inaugurata oggi rende omaggio a Chiara Samugheo. Lei è qui apposta per celebrarla…

“Avere una fotografa come Chiara è una gran fortuna: ti permette di trasmettere le emozioni”

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...