SA5A trenta minuti dall’inizio del primo episodio di “Squadra Antimafia 5” si ha la conferma dei seguenti sospetti:

–        che al vicequestore Domenico Calcaterra piace essere imprigionato, possibilmente in ambienti in cui ci sia da inalare sostanza tossica. Gli era successo alla fine della IV stagione, gli ricapita all’inizio di questa.

–        che a Rosy Abate non piace troppo fare la madre visto che, appena recuperato il figlioletto grazie ad un blitz degno della SWAT, se lo fa rapire sotto il naso;

–        ma, soprattutto, che alla Taodue – produttrice della serie – piace allungare la brodaglia al massimo. E così ci si sposta da Palermo a Catania, si aggiungono nuovi personaggi (su tutti, Caterina Morariu e Dino Abbrescia), si recuperano quelli che erano praticamente deceduti (l’ispettore Pietrangeli interpretato da Giordano De Plano), si dilatano inutilmente i tempi delle sequenze.

Al povero spettatore (meglio ancora se spettatrice) non resta che appagarsi della vista di Marco Bocci e delle scene di azione, ove plausibili (il che non capita così frequentemente), perché – se è vero che il buongiorno si vede dal mattino – non c’è da sperare in nulla di diverso dal passato e pare troppo facile pronosticare un altro finale apertissimo che dia il la alla sesta stagione di “Squadra Antimafia”… Magari ambientata a Cefalù. Oppure ad Agrigento, chissà!

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). In tv è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...