XIIIap2FEDE” – I due giovani che cercano il fratellino scomparso non s’aspettano certo di assistere all’apparizione della Madonna. Ed invece, trovato il piccolo Alessandro all’interno di una grotta, la Vergine appare loro ammantata di luce neanche fossero a Lourdes e i tre, orfani di madre e senza il padre (allontanatosi anni prima), si ritrovano in men che non si dica abbracciati all’evanescente figura.

Ovviamente la notizia del “miracolo” giunge alle orecchie di padre Isaia (Stefano Pesce) che ne parla subito a Gabriel (Claudio Gioè) incaricandolo di recarsi dai tre fratelli. L’incontro con i giovani lascia padre Antinori perplesso e timoroso più che per la natura del fenomeno per la morbosa attenzione di cui i ragazzi stanno divenendo oggetto, complice il parroco locale che non fa mistero di voler sfruttare la cosa per salvare il quartiere dal degrado…

Visitando la grotta, Gabriel non solo assiste all’epifania, ma si sente interpellato dalla Vergine che lo esorta a non farsi scrupoli: “Non c’è peccato nel tuo desiderio. Puoi amarla se vuoi!”. Il riferimento alla dottoressa Claudia Munari è palese anche per lo spettatore più distratto… E difatti Gabriel non temporeggia oltre e chiama subito la bella psicologa la quale, naturalmente, ha una spiegazione razionalissima: la visione è causata dal disperato bisogno d’affetto dei tre ragazzi. Il prelato rincara la dose ammettendo di aver visto lui stesso la Madonna e rivelando il contenuto del messaggio ricevuto.

Sottoposti a vari test, i giovani dimostrano abilità e competenze fuori dal comune, “facoltà impressionanti” a sentire l’equipe incaricata di esaminarli. Come se non bastasse, i miracolati svelano il contenuto del messaggio affidato loro dalla Vergine: l’anticristo sta per giungere a Roma! Gabriel va in tilt… La profezia riguarda lui?

E mentre Don Ruggero trasforma la grotta nel cantiere di un futuro santuario, Claudia scopre che la spiegazione razionale coinvolge una specie di micotossina, batterio secreto da muffe presenti nel tunnel. Quindi l’apparizione sarebbe in realtà una manifestazione dei desideri inconsci di chi la guarda!

Al telespettatore – in preda ad un piccolissimo dubbio (come la mettiamo con le “facoltà impressionanti”? Basta recarsi in una grotta umida e maleodorante per imparare a parlare cinese, spagnolo e arabo?) – è offerto un colpo di scena: a fine episodio, Gabriel giunge con Isaia e Alfonso nel cimitero dei suoi sogni. Il luogo è proprio come immaginato, c’è anche lo specchio. Ma nella realtà lo specchio è una porta dietro cui si cela una sala dove Gabriel ricorda di essere già stato, da piccolo, vittima di un rito celebrato da Serventi & Co.

PATTO DI SANGUE” – I latini dicevano “nomen omen”. E difatti Anastasia Lorenzini era scomparsa come la celeberrima omonima, discendente dei Romanov. A differenza di quella, però, la ragazza è stata ritrovata a bordo della sua auto in fondo ad un lago, viva! Il telespettatore di cui sopra capisce subito che c’è qualcosa che non va: quei segni che porta sul collo sono inequivocabili e Anastasia ha resistito sott’acqua tre giorni perché è un vampiro!

Padre Gabriel è un po’ meno sveglio e, dopo aver percepito una strana tensione tra i compaesani della ragazza, chiama Claudia perché lo raggiunga. Di cose strane, in effetti, ne succedono: ronde di indigeni che si aggirano per i boschi della zona armati di fucili, fanciulle che si mostrano nude sulle sponde del lago, carcasse di cervi dissanguati,… Per non parlare di Anastasia che, nottetempo, si reca nel suo maneggio per dissanguare i cavalli nella stalla. Di fronte all’evidenza, finalmente padre Gabriel comprende ciò che lo spettatore aveva intuito mezz’ora prima: meglio tardi che mai…

E mentre, a Roma, padre Isaia è avvicinato da Serventi che lo avverte (un grande destino sta per compiersi e sia Gabriel sia Isaia vi avranno uno specifico ruolo), Claudia proferisce la sua diagnosi: Anastasia è semplicemente schizofrenica, per bere sangue non è per forza necessario essere vampiri. Sarà, ma non è dello stesso parere il simpatico Ivan, dipendente della famiglia Lorenzini, il quale, emulo di Van Helsing, raggiunge la giovane in ospedale per trafiggerla con un paletto (di metallo, non di frassino, n.d.r.). Il suo arresto non ferma lo scorrere del sangue. Nelle ore seguenti anche la madre della giovane è ritrovata cadavere e al termine lo sarà pure Vera che, creduta fino ad allora figlia di Ivan, si scoprirà in realtà esserne l’amante vampira…

L’episodio si chiude con l’atteso amplesso tra Gabriel e Claudia, i quali finalmente si abbandonano alla passione dimenticando per un momento le possibili conseguenze del loro amore…

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...