manifestoTGLFF29Sarà Ambra Angiolini la madrina della 29^ del Festival Cinema Gay di Torino.

Dopo anni di corteggiamento da parte del direttore Giovanni Minerba, l’attrice romana (ma ormai naturalizzata bresciana per via dell’unione con Francesco Renga) ha accettato di essere presente il 30 aprile al Cinema Massimo nel corso della serata inaugurale della kermesse che a partire da quest’anno cambia nome, manifesto e logo.

Il nome abbandona velleità citazioniste (“Da Sodoma a Hollywood”) per divenire un più sobrio, sabaudo e allo stesso tempo internazionale “Torino Gay & Lesbian Film Festival“.

Il manifesto perde l’irriverenza e la pruriginosità del passato (chi non ricorda il povero Chaplin costretto ad allungare le mani sul capezzolo del mostro di Frankenstein?) per divenire una più anonima e forse fuorviante (sembra l’annuncio di “Estate Ragazzi”!) immagine di sagome di giovani saltellanti.

Il logo è un piccolo capolavoro di understatement dove classe fa rima con sobrietà e “L’altro festival” (slogan della manifestazione) trova degna rappresentazione attraverso l’icona di una pizza cinematografica che sormonta un piccolo papillon.

137 titoli di cui 6 anteprime mondiali, 6 europee e ben 72 nazionali per un totale di quaranta Stati rappresentati: sono questi i numeri dell’edizione che si svolgerà fino al 6/5 e che vuole rappresentare il degno antefatto di quella del trentennale.

Amministrata ormai dal 2005 dal Museo Nazionale del Cinema, la kermesse si è rifatta il look ma non perde nulla del suo spirito originario. Qui si vuole offrire uno spaccato su tutte le sfaccettature del mondo omo-, bi- e transessuale. Per questo, oltre alle competizioni ufficiali, ci saranno focus tematici ed altrettanti appuntamenti di approfondimento.

Cupcakes1Ad aprire e chiudere il 29° TGLFF, che si svolgerà per intero al Cinema Massimo saranno due film agli antipodi geografici: “Azul y no tan rosa” (Venezuela – Spagna) di Miguel Ferrari – in cui la trans Delirio Del Rio canta la versione spagnola di “Non sono una signora” – e “Bananot” (Israele – Francia; nella foto), commedia musicale di Eytan Fox che vanta un brano appositamente composto da Scott “Babydaddy” Hoffman, vocalist e autore del gruppo pop Scissor Sisters.

Tanti gli ospiti attesi all’ombra della Mole. Oltre alla già citata Ambra Angiolini, affiancata il 30/4 dall’attore Carlo Gabardini (assurto all’onore della cronaca per il suo “coming out” sulle pagine di “La Repubblica”), interverranno tra gli altri: Vladimir Luxuria ed il comico Alessandro Fullin che presenteranno i rispettivi libri al Circolo dei Lettori nell’ambito della sezione “A qualcuno piace… libro”; la drammaturga Emma Dante che riceverà il “Premio Dorian Gray”; l’attrice Paola Pitagora, membro della giuria lungometraggi. Infine, per la serata conclusiva, la cantante Levante il cui singolo “Alfonso” ha spopolato su YouTube.

Grande attenzione sarà rivolta al mondo giovanile non solo attraverso proiezioni ad hoc, ma anche grazie alla terza edizione del “Queer Award” (la cui giuria sarà composta da studenti del DAMS e dell’IED capitanati da Max Croci) e alla sezione “Forever Young”.

I biglietti costeranno 10€ per i film di apertura e chiusura e 7 per le altre proiezioni.

Il programma completo è consultabile su www.tglff.it

 

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...