Belén al Teatro Giorgio Busca di AlbaSe l’Unesco avesse deciso a luglio di nominare Langhe, Roero e Monferrato come 50esimo luogo italiano “patrimonio mondiale dell’umanità”, qualcuno avrebbe sicuramente attribuito a lei e alla sua solare bellezza il merito di tale riconoscimento. Per fortuna invece l’importante elezione è avvenuta il 22 giugno scorso e Belen Rodrìguez è giunta in quel di Alba solo due settimane dopo!

Scherzi a parte, la showgirl argentina si è fermata nella città del tartufo e della Nutella per una decina di giorni e lo ha fatto per prendere parte ad una commedia diretta da Massimo Cappello ed interpretata da Fabio Troiano, Dino Abbrescia e Tosca D’Aquino.

Noi l’abbiamo incontrata ieri, 15 luglio 2014, in occasione del suo ultimo giorno sul set.

La cornice è costituita dal Teatro “Giorgio Busca” in piazza Vittorio Veneto. Belen si presenta all’incontro in pantaloncini e canottiera e, inutile dirlo, è bella come il sole. Dietro le quinte ci sono il tatuatissimo marito Stefano De Martino e l’immancabile sorella Cecilia, fuori dal teatro orde di ragazzine adoranti (e di genitori pazienti) in attesa di poter vedere la divina creatura.

Quella di “Non c’è due senza te” – ma il titolo è provvisorio vista la poca originalità (esistono almeno due precedenti: il disco del cantautore Dente e una commedia teatrale con Marco Morandi) – è la terza prova d’attrice per Belen che all’attivo vanta un cinepanettone (“Natale in Sudafrica” di Neri Parenti), una commedia (“Se sei così, ti dico sì” di Eugenio Cappuccio e con Emilio Solfrizzi) e persino un’esperienza di doppiaggio (il film d’animazione “Gladitori di Roma” di Igino Straffi).

Quali le differenze?

“Poche volte ho fatto cinema. Le precedenti esperienze contano poco: il cinepanettone era come lo spot Tim, poche e facili battute molto “televisive”, il secondo avrebbe dovuto essere una commedia, ma il risultato non è stato quello che attendevo. In seguito non ho avuto molte occasioni perché il cinema non è il mio campo e perché spesso intuisco che mi vengono proposti ruoli solo perché il mio nome, chissà perché?, attrae. In questo caso, invece, Massimo ha dimostrato di credere in me come persona, non personaggio, e questo mi ha conquistata. Ho studiato tanto per rendere al meglio in questa commedia molto luminosa e divertente e ho potuto contare anche sull’aiuto dei miei colleghi sul set”.

Nella pellicola interpreta una donna in grado di mettere a repentaglio l’unione di una coppia gay. Ma possibile che con la sua bellezza possa far mutare addirittura orientamento sessuale?

“Mai successo – ride divertita – I gay non sono proprio il mio tipo d’uomo. Però, posso vantarmi di aver subìto una avance da Alfonso Signorini! Ogni volta che mi incontra me lo dice: solo con te potrei!”.

Non c’è tempo per altre domande. Belen saluta e si allontana dal teatro attraverso un’uscita secondaria, ma non c’è niente da fare: in piazza Vittorio Veneto la attendono nugoli di preadolescenti a caccia di autografi e foto ricordo. Lei, paziente e disponibile, non lesina in sorrisi e blocca il traffico pur di non scontentare nessuno. Non prima di essersi concessa anche lei un selfie, sì, ma in compagnia dei colleghi attori.

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...