Spagnoli_uffstRai

Luisa Ranieri sul set (fonte, ufficio stampa Rai)

L’appuntamento con i telespettatori è lunedì 1 febbraio 2016 su Rai Uno dopo “Affari tuoi”, quando andrà in onda la prima puntata di “Luisa Spagnoli”, minifiction dedicata all’imprenditrice che creò i famosi Baci Perugina.

Lo sceneggiato – diretto da Lodovico Gasparini (già regista di serie tv di successo come “I ragazzi del muretto” e “Don Matteo 7”) ed interpretato da Luisa Ranieri – è solo l’ultimo sceneggiato prodotto dalla Rai per omaggiare le figure più memorabili dell’imprenditoria italiana (tra i precedenti c’è anche l’Adriano Olivetti interpretato dal compagno della Ranieri, Luca Zingaretti), ma è il primo dedicato alla figura di una donna. “Una donna geniale” come ha dichiarato al settimanale “TV Sorrisi e Canzoni” la protagonista, sottolineando l’estro e la lungimiranza di chi non solo inventò i succitati Baci e le caramelle Rossana, ma seppe anche istituire i primi asili nido aziendali, rispettare gli animali (i conigli per la produzione di angora non erano sottoposti a maltrattamenti o a fastidiose tosature, ma semplicemente “pettinati”) e dare impulso all’emancipazione femminile assumendo unicamente operaie.

Ad un secolo di distanza, la Spagnoli rappresenta ancora uno straordinario esempio di donna manager: negli anni Venti del secolo scorso (tempi in cui alle donne non era consentito nemmeno votare) fu capace di guidare non una, ma due imprese floride: dal 1923 l’azienda dolciaria Perugina, appunto, e dal 1928 il marchio d’abbigliamento che porta ancora il suo nome e che oggi vanta 194 boutique in tutto il Mondo.
C’è ancora molta strada da fare, ma donne così hanno saputo mettere ottime basi per le generazioni future – ha dichiarato Luisa Ranieri – Personalmente mi riconosco in lei nella determinazione e nel suo voler vedere il bicchiere sempre mezzo pieno”.
Come se non bastasse, Luisa Sargentini – questo il suo nome alla nascita – precorse i tempi anche in ambito sentimentale, preferendo al marito Annibale Spagnoli (qui interpretato da Vinicio Marchioni, il Freddo di “Romanzo Criminale”) il più giovane – di ben quattordici anni – Giovanni Buitoni (Matteo Martari). Una cougar ante litteram, in pratica.
E pare sia stato proprio l’amante a suggerire il nome “bacio” per i celeberrimi cioccolatini. Sembra infatti che la Spagnoli avesse ideato queste delizie solo per poter sfruttare le rimanenze di altre produzioni: “Li ricavò dalla granella di nocciole impastata con il cioccolato – racconta oggi la la bisnipote Nicoletta, attuale presidente ed amministratore delegato del marchio “Luisa Spagnoli”– e li chiamò cazzotti. Fu Giovanni a farle notare che il nome era poco romantico e a suggerire un più delicato bacio”.

Un’ultima curiosità: la fiction – in onda lunedì e martedì in prima serata –  si avvale di location piemontesi. È infatti grazie al fattivo impegno della Film Commission Torino Piemonte che sono stati ricreati i luoghi in cui la Spagnoli portò avanti la sua attività. Saranno simpaticamente “spacciati” per perugini (magia del cinema… pardon, della tv): il vecchio complesso della Pettinatura Italiana e della suggestiva Villa Era di Biella ed i torinesi Palazzo di Città, Palazzo Galileo Ferraris, Poveri Vecchi, Caffetteria San Carlo, Pasticceria Pfatish Peyrano e Parco della Mandria.

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). In tv è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...