immagine_guida_tglff31_piccolaLa grinta e la classe di Paola Turci e la verve di Fabio Canino saranno gli ingredienti principali della serata inaugurale del 31° Torino Gay & Lesbian Film Festival in programma a Torino dal 4 al 9 maggio prossimi.
La prima, impegnata anche in qualità di giurata, sarà madrina del vernissage che si terrà la sera del 4 maggio a partire dalle ore 20,30 presso la Sala Uno del Cinema Massimo esibendosi in alcuni brani del suo repertorio. Il secondo – che il giurato lo ha già fatto, ma a “Ballando con le stelle” – condurrà la serata prima di dare il via alla proiezione di “Stonewall”, il film scelto per l’apertura.

Diretta da Roland Emmerich ed interpretata da Jonathan Rhys Myers (già protagonista di “Match Point” e “Mission Impossible III” al cinema e di “I Tudors” in tv), la pellicola è solo una delle sessantacinque, gustose anteprime previste in un calendario degno dell’ambizioso sottotitolo di questa edizione: “Infiniti sensi, precise direzioni – ha dichiarato il direttore della kermesse Giovanni Minerba – sintetizza il lavoro di ricerca svolto in questi anni: ci siamo dedicati all’esplorazione di idee, suggestioni, messaggi sociali e culturali, percorrendo strade sempre nuove, convinti che solo infiniti sensi possano indicare una precisa direzione”. E l’immagine scelta come simbolo del 31° TGLFF si uniforma a quanto detto: l’insieme di frecce curve, i cui vettori puntano a traguardi diversi creando abbracci ed incroci, fornisce l’idea di un festival “attento ad accogliere creatività e storie differenti, a proporre vite sottotraccia e provocazioni, a stimolare dibattiti e riflessioni”.

Che l’operazione sia riuscita ancor prima di abbassare le luci in sala lo si evince scorrendo il programma che vanta 84 film di cui otto anteprime mondiali, una europea e ben 56 italiane compresa quella della serata di chiusura, “Baby Steps” di Barney Cheng.

Le nazioni più rappresentate, oltre al Bel Paese, sono gli USA con diciotto pellicole in rassegna, seguiti a distanza dalla Germania con nove e dal Regno Unito con sei. Ci sarà anche spazio per omaggiare figure di spicco recentemente scomparse: Gianni Rondolino sarà ricordato con la proiezione di “Un chant d’amour” di Genet, Ettore Scola con l’intenso “Una giornata particolare” (alla cui proiezione assisterà la figlia del regista, Silvia) e David Bowie con una selezione dei suoi videoclip più significativi.

Al di là della competizione per i cinque premi in lizza, l’edizione 2016 del TGLFF prevede anche uno spazio di riflessione sul tema religione e discriminazione intitolato “Liberaci dal male”. Il programma completo e tutte le informazioni utili sono su www.tglff.it

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). In tv è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...