acChe Torino sia la città italiana “noir” per eccellenza è cosa nota. Un tempo sfondo di gialli tipo La donna della domenica di Fruttero e Lucentini, oggi il capoluogo sabaudo vanta il Centro di Produzioni Rai – da pochi giorni diretto dal cinquantanovenne Roberto Nepote – in cui è realizzato “Amore criminale”, il programma che dal 2007 ha di fatto portato il genere docufiction in tv declinandolo a tinte fosche e che da allora non mostra segni di cedimento, anzi: un paio di mercoledì fa è riuscito addirittura a far vincere negli ascolti Rai Tre nei confronti di Rai Due.
Impresa ancora più significativa se si pensa che i drammi illustrati da Barbara De Rossi hanno dimostrato di interessare più dell’esordio della sponsorizzatissima serie tv “Jane The Virgin”. In pratica un milione e seicentomila spettatori ha preferito alle improbabili e scanzonate vicende della giovane rimasta incinta senza aver mai consumato la storia di Francesco, vittima di stalking, e la vicenda tragica di Anna, assassinata solo per aver rifiutato di tornare con l’uomo sbagliato. Il conseguente share del 7,66 per cento è più che lusinghiero se si pensa che il programma più seguito della serata è stato su Rai Uno l’edizione speciale di “Porta a Porta” sul Brexit con l’11 per cento.

Che la cronaca nera in tv “tiri” è evidente: “Amore Criminale” è infatti solo il primo di una serie di programmi tv dedicati a crimini efferati puntualmente ricostruiti, commentati, vivisezionati da esperti.

Il programma ideato e diretto da Matilde D’Errico e Maurizio Iannelli vanta lo stile asciutto, la sensibilità verso il tema della violenza sulle donne, la collaborazione con l’Arma dei Carabinieri e la Polizia di Stato ma è indubbio che l’idea di “sceneggiare” le vicende narrate ha dato vita a numerosi epigoni che tendono a spettacolarizzare i crimini in tv e che affascinano soprattutto quando trattano casi di omicidi e scomparse. Non sarà un caso che Daria Bignardi, direttrice di Rai Tre, abbia annunciato di volere per la prossima stagione televisiva un “Chi l’ha visto?” quotidiano da trasmettersi all’ora di pranzo! E così, dopo un’estate contraddistinta anche da “Terzo indizio” su Rete4 e “Crimini del cuore” su Real Time, l’autunno 2016 si preannuncia ancora più nero perché, oltre a “Chi l’ha visto?” tutti i giorni, bisogna considerare il ritorno certo di “Quarto grado” e “Segreti e delitti” e gli approfondimenti macabri presenti d’abitudine in “La vita in diretta” o “Pomeriggio Cinque”.

Signori, il delitto è servito.

Annunci

Informazioni su dael72

Nata a Varese, residente a Torino. Iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti dal 1999. Dopo la Maturità Classica conseguita presso il Liceo Ginnasio Statale “Cavour” di Torino, si è laureata con lode in Tecniche della Comunicazione a 24 anni presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Torino. Parla inglese, francese e spagnolo. Ha seguito corsi di Comunicazione (Ufficio Stampa presso l’Unione Industriale di Torino), di Dizione (presso la ODS di Torino), di Cinema (montaggio, sceneggiatura, ripresa), di Conduzione Radiofonica (presso Radio Centro 95 di Torino). Attualmente è giornalista free-lance specializzata in critica cinetelevisiva ed interviste e collabora con il quotidiano "Cronaca Qui" di Torino. In passato ha scritto per i periodici nazionali “IL BORGHESE”, “LA VOCE BORGHESE”, “LIBERO”, per i quotidiani “Libero” e “Torino Cronaca”, per il semestrale della Pronto Assistance Servizi SpA “EQUIPE PA” e per il notiziario “Massena 20″ dell’Associazione Commercianti di Torino; ha redatto e condotto notiziari locali e trasmissioni su musica e cinema per emittenti radiofoniche regionali. Nel suo curriculum, per poter meglio comprendere i meccanismi interni al mondo dello spettacolo, ci sono anche alcune esperienze di recitazione (lettura poesie per la Biennale dei Giovani Artisti, attrice in “Quattro Imprevisti per un Matrimonio” per la rassegna teatrale Aquilegia Blu, comparsa in produzioni Rai). Di recente è apparsa come “la prof” nel programma per ragazzi “LA TV RIBELLE” trasmesso sul canale tematico Rai Gulp.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...