BLOOD BAGS… e Torino torna ad essere Profondo Rosso (sangue, ovviamente)

20170703_121555

Il cast del film

<<Un horror indipendente con vocazione internazionale>>: la definizione per “Blood Bags” – il lungometraggio che il regista Emiliano Ranzani ha girato questa primavera tra Torino, Grugliasco e Carignano – è di Paolo Manera, direttore della Film Commission Torino Piemonte impegnata a prestare un fattivo contributo alla realizzazione di questa opera prima che vanta una troupe interamente piemontese così come la regia e la società di produzione, ma che mira soprattutto al mercato straniero dove, a ricordarlo è Alessandro Regaldo della Grey Ladder Productions, <<l’horror italiano è ricercatissimo, soprattutto quando si tratta di un film di genere come questo>>.

Ecco spiegato quindi l’immediato interessamento della straniera Devilworks, che ha deciso di distribuire la pellicola all’estero ancor prima del primo ciak, ed il ricorso ad una talentuosa attrice britannica, Makenna Guyler, per il ruolo da protagonista: <<Un’interprete di incredibile talento e versatilità – ha dichiarato ieri il regista durante la presentazione alla stampa avvenuta presso la sede della Fctp – Si è subito immedesimata nella parte con grande naturalezza e l’intesa sul set è stata immediata>>.

La Guyler interpreta un’americana a Torino, studentessa la cui passione per la fotografia si rivela più pericolosa di quanto si possa pensare visto che sarà proprio la voglia di scattare immagini suggestive a condurla in una villa infestata da una presenza ostile e pericolosa.

Di più non è dato sapere, il thriller richiede mistero, e così si può solo aggiungere che nella splendida dimora (che nella realtà è Villa Bona, sede del Municipio di Carignano) la giovane incontrerà un bel ladro, interpretato dal talentuoso attore teatrale Emanuele Turetta, e “qualcuno o qualcosa” che avrà il volto, modificato da cinque ore di trucco quotidiane, di Mario Cellini, qui alla terza prova con il genere.

“Blood bags” uscirà nel 2018 puntando direttamente al circuito on demand e ai festival di genere.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...